Abgebildet ist ein Alliance To End Plastic Waste Logo.

ALLEANZA PER PORRE FINE AI RIFIUTI IN PLASTICA

Ultime notizie 21.08.2019

  1. Azienda
  2. Ultime notizie
  3. Ultime notizie 2019
  4. Alleanza per porre fine ai rifiuti in plastica

STOROPACK PARTECIPA A UN’INIZIATIVA MONDIALE CONTRO LA DISPERSIONE DEI RIFIUTI IN PLASTICA NELL’AMBIENTE

La dispersione dei rifiuti in plastica nell’ambiente, in particolare negli oceani, rappresenta un’importante sfida globale. Insieme ad altre 40 aziende, l’impresa specializzata in imballaggi protettivi con sede a Metzingen si è posta l’obiettivo di eliminare la dispersione dei rifiuti in plastica nell’ambiente e rimuovere quelli già presenti. L’Alleanza per porre fine ai rifiuti in plastica, Alliance to End Plastic Waste (AEPW), è nata nel gennaio di quest'anno e si è già impegnata a fornire finanziamenti per circa un miliardo di dollari. Nell’arco dei prossimi cinque anni verranno stanziati circa 1,5 miliardi di dollari per la realizzazione di diversi progetti.

“I rifiuti in plastica non devono finire nell’ambiente, ma in sistemi di riciclaggio regolamentati. È questo che ci ha spinti a unirci all’Alleanza con profonda convinzione e determinati a dare il nostro contributo”, ha dichiarato Hermann Reichenecker, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Storopack.

Le misure previste dall’Alleanza
L’AEPW si concentra su una strategia articolata in quattro parti, che prevede progetti mirati alla soluzione. Lo sviluppo delle infrastrutture necessarie rappresenta uno dei punti centrali di tale strategia. Le città e le regioni maggiormente interessate dal problema dei rifiuti in plastica dovranno essere supportate nello sviluppo di infrastrutture per lo smaltimento dei rifiuti. Sono inoltre previsti investimenti nelle nuove tecnologie al servizio dei processi di riciclaggio e del recupero della plastica. È necessario creare soluzioni innovative per il riciclaggio degli imballaggi e renderne possibile la gestione in un’economia circolare. Una parte dei fondi sarà poi utilizzata per sensibilizzare la popolazione delle zone interessate dal problema. L’obiettivo è quello di informare i consumatori riguardo ai processi di riciclaggio e creare consapevolezza su questa tematica. Verrà inoltre riservata un’attenzione particolare allo smaltimento della plastica che si è già accumulata negli oceani e nei fiumi, un problema su cui è necessario intervenire con particolare urgenza.

L’iniziativa globale no profit comprende multinazionali che operano nell’intera catena di valore della plastica in tutto il mondo; tra queste sono presenti fornitori di materie prime, aziende chimiche, produttori di plastica, di beni di consumo e imprese di riciclaggio. L’Alleanza collabora anche con il Consiglio Mondiale delle Imprese per lo Sviluppo Sostenibile (World Business Council for Sustainable Development, WBCSD) e il Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (United Nations Environment Program, UNEP). In futuro questa collaborazione sarà estesa anche a governi, organizzazioni non governative e gruppi di investitori.