Drei aufeinandergestapelte Tageszeitungen

STOROPACK AUMENTA IL FATTURATO DEL 4%

Comunicato stampa 21.07.2021

  1. Stampa
  2. Comunicati stampa
  3. Storopack aumenta il fatturato del 4%

LA PANDEMIA DA CORONAVIRUS FA ESPLODERE LE VENDITE ONLINE

Metzingen, luglio 2021. Storopack, l’azienda specializzata in imballaggi protettivi, ha chiuso il 2020 in positivo. L’anno scorso il gruppo con sede a Metzingen ha generato un ricavo totale consolidato di 500 milioni di euro, 21 milioni di euro in più rispetto all’anno precedente, che si traducono in una crescita del 4%, o del 6% se si considerano gli effetti dei tassi di cambio.

Una delle ragioni dietro a questi risultati è l’aumento della domanda nelle vendite online al dettaglio durante la diffusione della pandemia. Le abitudini d’acquisto di molti consumatori sono cambiate sensibilmente, e l’e-commerce ha avuto un ruolo di primo piano nella fornitura di prodotti alla popolazione. Tra i segmenti che hanno registrato la crescita maggiore grazie agli acquisti online ci sono l’abbigliamento e l’elettronica, ma anche beni essenziali come alimentari, cosmetici, prodotti farmaceutici e medicinali. Grazie alla sua gamma completa di soluzioni di imballaggio appositamente sviluppate per queste categorie di prodotti, Storopack ha potuto beneficiare del trend positivo. “La stabilità della nostra supply chain e la varietà della nostra offerta ci hanno permesso di garantire ai clienti la consueta affidabilità e sicurezza anche nel 2020”, ha commentato Hermann Reichenecker, direttore esecutivo dell’azienda.  

Responsabilità ambientale e imballaggi protettivi sostenibili
Storopack è consapevole della propria responsabilità e dell’impatto ambientale dovuto alla crescente quantità di prodotti spediti dai venditori online. La priorità dell’azienda è offrire l’imballaggio protettivo perfetto, e quindi la protezione ottimale, per ogni singolo prodotto. Questo perché ogni volta che un prodotto viene danneggiato durante il trasporto, si sprecano risorse per replicare produzione e trasporto, danneggiando l'ambiente. Per sviluppare e produrre gli imballaggi sprecando meno risorse possibili, Storopack si impegna a proporre un’ampia gamma di soluzioni realizzate con materiali rinnovabili e riciclati. “Nel 2020, oltre il 30% dei prodotti che abbiamo realizzato internamente è stato fatto con materiali riciclati o da fonti rinnovabili. Il nostro intento è portare questa percentuale oltre il 50% entro il 2025”, spiega Charles Poisson, Group Sustainability Director dell’azienda. “Per noi è importante anche promuovere le economie circolari in tutto il mondo, allo scopo di aumentare il tasso di riciclaggio”, aggiunge Poisson.

Con innovazioni come il film AIRplus® 100% Recycled e il polistirene espanso rEPS, entrambi realizzati con rifiuti industriali e post-consumo, Storopack sta già applicando il principio dell’economia circolare. L’anno scorso, l’azienda specializzata ha prodotto il primo imballaggio protettivo interamente in rEPS. Oltre alla vasta selezione di prodotti con un’alta percentuale di materiali riciclati o composti da materie prime rinnovabili, anche le attrezzature usate negli stabilimenti hanno un ruolo fondamentale nella salvaguardia delle risorse. In termini di impronta energetica, il gruppo pratica una gestione efficiente e ottimizza costantemente i propri siti produttivi in tutto il mondo.

 

Communication Consultants GmbH
René Jochum
Breitwiesenstr. 17
D-70565 Stuttgart
T +49 711 97893-35

storopack@cc-stuttgart.de